Venezia Fuori dai sentieri battuti

I luoghi qui sotto vanno da luoghi specifici per attività all’aria aperta e si estendono ovunque, dalla città principale arcipelago alle isole esterne. Tutte queste opzioni sono relativamente accessibili a piedi o in vaporetto. Per ulteriori informazioni su Venezia, consulta la nostra Guida definitiva.

La mattina presto sull’Isola di San Michele

Chiesa sull’isola cimiteriale atmosferica di San Michele

Non molto è aperto a Venezia alle 7:30, ma è possibile visitare la tranquilla isola di San Michele, a breve distanza in vaporetto dal centro di Venezia. Questo è stato il cimitero della città dal 1807, le sue alte mura e lussureggianti giardini (punteggiati di alberi, insoliti a Venezia) incredibilmente atmosferici. A parte i cespugli di potatura groundsman dispari e un paio di persone in lutto con i fiori, probabilmente sarete soli. Rendete omaggio alle tombe di Ezra Pound, Joseph Brodsky, Igor Stravinsky e l’impresario del balletto russo Sergei Diaghilev (la sua tomba è avvolta da scarpe da ballo).

Visita San Lazzaro

Campanile di San Lazzaro degli Armeni, il monastero Mechitarista

Pochi visitatori a fare il tempo per il giro in barca di San Lazzaro degli Armeni (“di San Lazzaro degli Armeni”), una piccola isola dominata dal suo monastero Mechitarista (il Mekhitarists sono un armeno congregazione Cattolica). Le connessioni armene sono particolarmente illuminanti, ma è anche possibile visitare i giardini attraenti e visitare la “Sala Lord Byron”, dove il poeta romantico è venuto a studiare (tra le storie d’amore) nel 1816.

Row Like a Venetian

Impara a remare in modo tradizionale veneziano (foto per gentile concessione di Row Venice)

Sì, puoi davvero imparare a remare in piedi con Row Venice, dove le lezioni di 90 minuti si svolgono in tradizionali barche a “coda di gambero” o batellina costruite a mano. Se vuoi remare su una vera gondola, avrai bisogno di una licenza della gilda locale, iscriverti a 400 ore di formazione, sostenere un esame di storia veneziana e parlare correntemente italiano.

Scopri il Quartiere Greco

Il Canale Greco, con il campanile di San Giorgio dei Greci

Venezia un tempo aveva un fiorente quartiere greco, le sue tradizioni sono conservate oggi nella chiesa di San Giorgio dei Greci. Dall’esterno, sembra una tipica chiesa barocca veneziana (con un campanile inquietante), ma all’interno è tutto greco-ortodosso—volte scarsamente illuminate, un altare di icone laccate in oro e sontuosi mosaici bizantini. Visita il Museo delle Icone accanto per una scintillante collezione di icone medievali in stile bizantino.

Dormire su un Yacht

Sveglia con vista su Marina Sant’Elena su uno yacht come questo (foto per gentile concessione di Yacht Bert B&B)

sempre Più viaggiatori stanno scegliendo di rimanere sulla “barca di lusso” di Marina Sant’Elena, all’estremità orientale di Venezia. Il quartiere non è lontano dalle principali attrazioni, ma rimane una zona residenziale di basso profilo con una manciata di ristoranti e bar locali. “Boat and Breakfast” è offerto a prezzi ragionevoli su una manciata di yacht di lusso, come Yacht Bert B&B—vai a dormire con la laguna che lambisce sotto di te. Per ulteriori opzioni di alloggio uniche in Italia, dai un’occhiata a questo articolo.

Esplora San Pietro di Castello

Alba sulla Basilica di San Pietro di Castello

Questa piccola isola è collegata alla parte principale di Venezia da due ponti ma sembra un altro mondo. Pochi turisti arrivano qui, nonostante la presenza dell’immensa Basilica di San Pietro di Castello, un tempo cattedrale della città, con origini nell’viii secolo. L’interno è relativamente spoglio per gli standard veneziani, ma alcuni dei tesori all’interno includono “Il Trono di San Pietro” che incorpora un’antica stele funeraria araba con iscrizioni dal Corano, la vivida “La peste dei serpenti” di Pietro Liberi e un frammento di un antico mosaico romano che decora la Cappella Lando.

Kayak Laguna

Canoisti e canottieri Laguna di venezia

Venezia in Kayak offre la possibilità di pagaia lungo il Canal grande, o (meglio) una giornata piena intorno alla Laguna di venezia, prendendo in Burano e Torcello—sarete sorpresi di quanto velocemente si lascia il trambusto della città alle spalle. Kayak le restanti paludi e distese fangose della laguna porta a casa quanto sia bizzarra Venezia-la città attuale è stata costruita su isole basse proprio come queste.

Crea una maschera di Carnevale

Maschere tradizionali indossate durante il Carnevale

Per una visione più creativa di Venezia, segui un corso sulla creazione di maschere di carnevale da un maestro locale. Carnevale è stata una grande festa a Venezia per secoli, con maschere che appaiono intorno al 13 ° secolo. I veneziani li usavano per nascondere la loro identità a feste illecite, e oggi la vendita di maschere ornate e fatte a mano è diventata un punto fermo del commercio turistico. Le compagnie turistiche offrono lezioni di produzione in cui si impara a creare la propria maschera di cartapesta, o classi di decorazione, in cui vengono utilizzate vernici e altri materiali per decorare la maschera.

Fai un pellegrinaggio letterario

All’interno del palazzo di Ca Rezzonico, dove è sepolto il poeta vittoriano Robert Browning

Venezia ha ispirato innumerevoli scrittori nel corso degli anni, ma le prove del loro tempo qui sono spesso difficili da trovare. Una lapide ornata alle porte dell’Arsenale ricorda la sua apparizione nell’Inferno di Dante, mentre il doge Cristoforo Moro—che secondo alcuni fu il modello di Otello—è sepolto nella chiesa di San Giobbe (la leggenda vuole che Desdemona abitasse a Palazzo Contarini Fasan). Il poeta Carlo Goldoni nacque a Palazzo Centanni nel 1707, oggi un piccolo museo dedicato alla sua memoria. Goethe è ricordato da una piccola lapide che si affaccia sul Ponte dei Fuseri (“Goethe visse qui 28 Sept-14 Ott 1786”), mentre gli ex alloggi di Lord Byron a Palazzo Mocenigo sono commemorati allo stesso modo—la lapide di Byron si affaccia sul Canal Grande e si vede meglio dall’acqua. Il poeta vittoriano Robert Browning morì a Ca ‘ Rezzonico (oggi museo) nel 1889, evento segnato da una lapide sulla parete laterale (“Apri il mio cuore e vedrai, scolpita al suo interno, l’Italia”). Si pensa che Henry James abbia basato l’azione nelle Carte Aspern sui giardini di Palazzo Soranzo Cappello. Ernest Hemingway amava Venezia – era un appuntamento fisso all’Harry’s Bar, dove il suo tavolo si trova ancora. Scrittori e residenti veneziani di lunga data Ezra Pound e Joseph Brodsky sono entrambi sepolti sul suddetto San Michele.